“Ho conosciuto gli Human Race il 7 dicembre del 2014, in occasione del fulmineo set con il quale scaldarono la platea per i Saints, e ne sono rimasto subito impressionato. Che il gene del r’n’r sia ormai presente nel DNA di molti abitanti della periferia dell’impero non è per fortuna una novità, ma quando i risultati sono così genuini e brillanti è difficile fare a meno di provare almeno un pizzico di sorpresa mista a eccitazione.

Che la band sia ora giunta all’esordio discografico è cosa ottima e giustissima, e che l’abbia fatto alla vecchia maniera, con un vinile a 45 giri che oltretutto costituisce il battesimo – del fuoco – della nuova etichetta Teenadelic, rende la notizia ancor più bella. Quando sul piatto girano la travolgente “Can’t Wait” e la sempre cruda ma più solenne “Human Race”, è impossibile non esaltarsi; questo è uno dei più bei singoli punk californiani dei ’70, e che sia uscito nel 2015, e che gli Human Race siano romani, non ha alcuna rilevanza.”

Federico Guglielmi

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Human Race – Human Race”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *